“Ma com’è Copenaghen?”

Credo di essermi innamorata.Di nuovo.

Di una nuova città.

Copenaghen.

Viaggio aspettato con ansia e trepidazione dal momento in cui, ancora bambina, mi immergevo tra le righe delle favole di Andersen promettendomi di incontrare la sirenetta dal vivo.

Viaggio inaspettato perchè non era stato programmato ma ricevuto a sorpresa.

Viaggio non tipico perchè cercando informazioni su internet, ho notato che molti dopo averla visitata la trasformavano in pareri molto contrastanti fra di loro.


Alla domanda dei miei amici “ma com’è Copenaghen?” ho esistato perchè avevo un flusso ininterrotto di aggettivi che si succedevano rapidamente nella mia mente.

Affascinante per l’atmosfera e le luci naturali, tipiche del nord Europa, che la abbracciano che non si possono descrivere rendendole giustizia se non guardandole e vivendole in prima persona.

Elegante anche in mezzo ad  un’esplosione di colori  delle case che si specchiano sul fiume riempiendo gli occhi come una tavolozza.

Moderna tra le architetture e tecnologie che si intrecciano tra loro rendendola la capitale per eccellenza dell’achitettura: per rendere l’idea, un giorno mi son imbattuta in una struttura, fatta interamente di vetro, dove le persone caricavano dei dispositivi, attaccando i loro caricabatteria direttamente nella parete perchè era una struttura ad energia solare!

Equilibrata pur avendo un contrasto che si nota nelle strutture “antiche” riempite di storia nazionale affiancate da strutture all’avanguardia nella stessa via contemporaneamente senza mai portare le persone a chiedersi “perchè?”.

Introversa nel riuscire ad affascinare senza doversi far notare in modo esplicito: a momenti non ci si accorge di essere in una città turistica permettendo anche ai turisti di sperimentare una capitale nella sua naturalezza non ancora commercializzata dall’afflusso dei turisti.

Rilassante nel rumore delle onde al porto vecchio interrotto periodicamente dal verso dei gabbiani; nel venticello che accarezzava i parchi intorno al castello; nella tranquillità tipica della popolazione nordica.

Romantica per la dolcezza fredda della città che ti conquista: Copenaghen è una ragazza che attira molte persone per ammirazione nei suoi confronti o per qualità proprie senza bisogno di dover faticare nè dimostrare nulla.

COSE DA NON PERDERE A COPENAGHEN

IMMERGERSI TRA I COLORI DEL NYAVNH


Il Nyhavn, il porto vecchio di Copenaghen, è una tavolozza di colori fatto da case che si specchiano sul fiume tra una barca e l’altra. 

Assolutamente da non perdere perchè è il centro nevralgico della città, molto suggestivo, vivace: qui potrete trovare diversi ristoranti ma occhio al prezzo!; inoltre potreste prendere molti battelli turistici che fanno il giro delle attrazioni principali (sirenetta compresa!).

Inoltre, qui sono state girate le scene di “the danish girl” vincitore di premi oscar: un motivo in piu per andarci.

VISITARE ALMENO UNO DEI CASTELLI DI COPENAGHEN 


A Copenaghen ci sono moltissimi castelli tra cui scegliere ma personalmente ho amato il Kongs Have cioè gli immensi spazi verdi circostanti il castello di Rosenborg

Tra i danesi è un must andare a correre, fare picnic con la famiglia, fare una camminata col passeggino o semplicemente stendere un telo sul prato e rilassarsi subito dopo il lavoro.

Abbiamo anche visitato il castello di Christiansborg da cui è possibile salire su una torre gratuitamente ed ammirare il panorama di Copenaghen.

Personalmente vi consiglio anche di vedere il cambio della guardia del castello di Amalienborg ed ammirare l’architettura a ferro di cavallo del castello anche solo da fuori.

Inoltre, vi sono numerosi treni che portano da Copenaghen al castello di Kronborg da cui Shakespeare ha tratto ispirazione per la sua opera “Amleto”.

VEDERE LA SIRENETTA


La sirenetta di Copenaghen è la scultura criticata da molti e amata da tanti altri.

Personalmente dalle recensioni mi aspettavo molto peggio: chi si lamentava della misura della sirenetta, chi della distanza, chi della banalità.

A me, in realtà, ha trasmesso molto perchè fin da piccola ho letto le fiabe di Andersen,

Perchè un simbolo non deve essere per forza GRANDE per stupire,

Nè tantomeno centrale alla città per racchiuderne l’anima. 

VISITARE LA CITTÀ LIBERA DI CHRISTIANIA


Christiania non è un quartiere ma una città libera hippie, congelata nel tempo agli anni 70, in cui la comunità si autogestisce e sono valide solo 3 regole: non scattare foto, non correre, divertirsi.

Qui si può ritrovare la green light district costituita dalla Pusher street: una strada in cui uomini con passamontagna vendono hashish e droghe leggere dentro a baracchini.

Ma non tutti sanno che questi uomini usano il passamontagna perchè la maggior parte di loro è avvocato, giudice, banchiere e spaccia come “secondo lavoro” per arrotondare.

SALIRE SU UNO DEI PUNTI PANORAMICI

Ci sono diversi punti panoramici da cui ammirare la città:

-la torre del castello di Christiansborg slot  a cui è possibile accedere gratuitamente 

-la torre rotonda o Rundertarn che fungeva da osservatorio astronomico, ed è caratterizzato dall’assenza di scale ma solo delle salite o meglio rampe a chiocciola. (25 DDK cioè 3,36 circa).

Torre del nostro salvatore o Volfrelsers kirke che è la struttura che più mi ha incuriosita perchè si tratta di un errore architettonico: come potete vedere dalla foto la torre incomincia con una balconata seguita dalle scale solo successivamente. Infatti, una volta arrivati in cima all’ultima scala non vi è nulla se non la “punta” della torre. Si narra che una volta terminata la costruzione della torre, il progettista si sia recato sulla balconata e capito l’errore architettonico si sia buttato dalla torre stessa!


FARE SHOPPING A STROGET

Stroget è la via principale dello shopping che porta al porto vecchio in cui si può trovare di tutto: dai negozi economici e poliedrici di Tiger, ai negozi della Lego (che è stata inventata proprio qui in Danimarca) in cui si possono personalizzare dei lego a nostra immagine e somiglianza a prezzi low cost per gli appassionati, ai negozi di salmone affumicato, allo street food.

INFORMAZIONI UTILI

  • Copenaghen è una città carissima dovuta al tenore di vita molto alto ma ci sono modi per risparmiare: tra i danesi è molto diffuso lo street food che permette di risparmiare tantissimo sui pasti. Lo street food più famoso è il Papiroeen che ricorda molto i mercati coperti della Spagna e Camden di Londra, ma attenzione agli orari di apertura: è aperto solo alcuni giorni anche se sui siti internet sono riportati orari continuativi.
  • Lo stesso problema degli orari riguarda anche le attrazioni principali per cui informatevi direttamente presso i punti turistici o box informazioni perchè variano sempre.
  • All’aereoporto consigliano sempre di prendere treno o metro per andare verso il centro ma c’è un autobus gratuito nel terminal 1, 2, 3 che portano al centro città.
  • Sempre all’aereoporto consigliano di prendere il city pass (11€ per 24 ore) o la copenaghen card ma personalmente ho girato la città tranquillamente a piedi perchè le attrazioni sono vicine e avevo un hotel in una posizione ottima.
  • Vi consiglio di prendere un albergo vicino al Tivoli e Stroget street (principale via dei negozi) che rappresenta un ottimo punto da cui esplorare la città.
  • Da Copenaghen partono treni abbastanza economici per chi interessato ad andare a Malmo (città della Svezia).
  • Inoltre, ci sono treni per visitare il castello di Kronborg da cui si è ispirato Shakespeare per la sua opera “Amleto” degno di nota ma non abbiamo fatto in tempo a visitarlo.
Annunci

18 pensieri su ““Ma com’è Copenaghen?”

  1. lastufaeconomica ha detto:

    ma che bello, che bello, sei bravissima a trasmettere le tue impressioni ed emozioni e mi hai convinta. Mio marito vorrebbe andare al nord per visitare questi paesi, ma io ero restia perché amo i paesi del sud. Invece penso che ci sia tanto da scoprire anche lì, grazie.

    Liked by 1 persona

    • Angelica - Destinazione mondo 20 ha detto:

      Ciao Domenico, in effetti Copenaghen non è tanto pubblicizzata quanto meriterebbe. Christiania è carina, ma purtroppo molto molto molto trascurata e quasi rovinata. Forse possiamo dire che è rimasto solo il “simbolo” e il clima del luogo stesso autogestito più che qualcosa da vedere in se stesso. 😊

      Mi piace

  2. Aussie Mazz ha detto:

    Complimenti per il blog, abbiamo alcune vacanze in comune, mi piace riviverle un po’ leggendo i tuoi commenti, anche se non sempre i pareri sono uguali (ma è giusto così!).

    Liked by 1 persona

  3. Elisadg ha detto:

    Sono tornata 10 giorni fa da Copenaghen e devo dire che nonostante la sua bellezza, le tante cose da fare e vedere e lo stile di vita diverso dal nostro (es. andare in bici ovunque) non mi ha colpito come alcune città di cui mi sono innamorata all’istante. Forse perché è stata la mia prima volta in una città del nord Europa! 🙂

    Liked by 1 persona

  4. Melissa ha detto:

    Anch’io sono rimasta ammaliata! Ci sono stata per la prima volta lo scorso aprile e non vedo l’ora di tornarci..le impressioni che hai descritto sono proprio quelle che la rendono così bella. E poi anche il life style danese mi è rimasto nel cuore. Il loro concetto di Hygge! ❤
    Ma dimmi, te dove hai mangiato?! Io ho scritto dei locali visitati da noi, ma vorrei aggiungere tappe per un eventuale ritorno!

    Mi piace

  5. Melissa ha detto:

    Anch’io ci sono andata lo scorso aprile e ne sono rimasta ammaliata. Le sensazioni che descrivi sono proprio quelle che la rendono così bella! E poi mi è piaciuto il life style danese..il loro concetto di Hygge! ❤ Non vedo l'ora di tornarci.
    Da Copenaghen, noi abbiamo preso il treno per Stoccolma e anche attraversare la Svezia con i suoi laghi e le case nel bosco, è stata un'esperienza bellissima.
    Ma dove hai mangiato? Io scrivo anche di cibo e ho riportato le mie esperienze, ma se dovessi tornare vorrei aggiungere qualche tappa 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...